Friday 02 december 2022 Ho riattivato le connessioni del mio sito con Mastodon. Devo dire che le API sono molto semplici. La cosa sarà preoccupante quando arriveranno gli spambot. Dico "quando" e non "se" perchè è evidente che con il passare del tempo il Fediverso crescerà e con esso tutti i classici problemi dei social.

I vecchi su TikTok

Giovedì 07 Luglio 2022

Girando per le live di TikTok ci si rende conto immediatamente che buona parte degli streamers sono minorenni. In una di queste live uno spettatore ha scritto “ho 30 anni” e la ragazzina in diretta ha risposto “che schifo, io con i vecchi non ci parlo”. Questo ci fa capire una cosa fondamentale: il mondo si divide in due categorie. I giovani e i vecchi direte voi? Eh, no! Si divide tra le ragazzine ignoranti e ragazzine che hanno Only Fans.

A parte gli scherzi, c’è un grosso problema di comunicazione tra le generazioni e noi ce ne stiamo fregando altamente. In passato un genitore accompagnava fuori i figli, osservava la gente intorno e magari gli raccomandava di non accettare caramelle dagli sconosciuti. Oggi secondo i genitori il pericolo è nelle mani dei ragazzini e si chiama smartphone, in agguato dietro uno schermo impossibile da controllare. Se una volta l'adescamento passava per le caramelle, oggi è virtualizzato pure quello, magari in rose da regalare in live su TikTok.

Ma questi pericoli sono reali o sarà solo paranoia distribuita dai media tradizionali e riversata dai genitori ai propri figli? Indipendentemente dalla risposta è evidente che il danno è fatto e il solco che separa giovani e adulti ormai è enorme: per loro “vecchio” e “pedofilo” sono sinonimi a prescindere.

Così una persona onesta che comunica la propria età si vede emarginato, mentre chi riesce ad occultarsi tra bugie, filtri e immagini fuorvianti è degno erede del lupo di cappuccetto rosso.

Il risultato è che scorrendo le chat dei social “giovani” c’è tutto tranne le figure adulte di riferimento che dovrebbero garantire il rispetto del prossimo e delle basi su cui si fonda la nostra società.

Sia chiaro che questo non significa avere agenti di polizia ovunque, ma che i genitori facciano capire ai propri figli che ci sono potenzialità di crescita anche nel dialogo con gli adulti, ma che si deve diventare diffidenti solo quando l’interlocutore supera certi limiti dettati dalla logica e non da meri pregiudizi.


PreviousIndextNext

Questo sito NON utilizza cookies traccianti, di profilazione o di terze parti.
Impostiamo un cookie giusto per non romperti le balle con questo messaggio ogni volta che torni in questo sito, però è stato bello farti perdere tempo a leggere cose inutili.

Accetto Rifiuto

Informativa completa