Fotografia: la mia resa alla realtà

Lunedì 16 Aprile 2018

Nell’ormai lontano 2014 ho scritto un post titolato “come sbucciare un fotografo” che era volto a sostenere che le capacità del fotografo fossero fondamentali per un buon risultato al netto di equipaggiamento, opportunità, scelta del soggetto e post-produzione.

Recentemente sono stato ad Edimburgo, al museo dedicato a Robert Mapplethorpe e ho passeggiato tra le opere esposte. Che si trattasse di quadri o fotografie non era importante: tutte le didascalie riportavano in bella mostra il nome del soggetto ritratto.

Quindi mi sono nuovamente posto il problema di capire cosa conta realmente affichè una buona fotografia porti apprezzamento anche al fotografo.

Ecco un esempio eclatante: il 4 giugno 1989 in piazza Tienanmen c’era qualcuno con una macchina fotografica che ha realizzato una delle foto più famose del mondo: un uomo in piedi a sbarrare la strada ad un carro armato. L’uomo di fronte al carro è conosciuto come Wang Weilin e ha una pagina di wikipedia che racconta la sua storia. Il fotografo è Charlie Cole che con quell’immagine vinse il World Press Photo award. Cercatelo pure su google o wikipedia se volete, ma se pensate di trovarci più di un paio di righe siete ottimisti.

Allora torniamo a quella “banana del 2014” sperando che non sia andata a male. Dentro non ci troverete più il fotografo, ma il soggetto. Questo è quello che interessa al pubblico. Che sia un selfie di scarsa qualità o uno scatto storto e un po' sfocato non fa differenza: se il soggetto è quello giusto chiunque l’abbia scattato avrà una briciola della fama dello scatto che ha realizzato che a sua volta avrà visibilità proporzionale a quella del soggetto scelto.

In che modo quindi un fotografo può cercare di essere apprezzato per la sua bravura? Cibandosi delle briciole di visibilità di soggetti famosi o forse guardando proprio dalla parte opposta?


Utilizziamo i cookie per garantire le funzionalità del sito www.byza.it e per offrirti una migliore esperienza di navigazione.
Accetto Rifiuto Informativa completa