Prendiamo le misure

Lunedì 16 Novembre 2009

E' certo che ognuno di noi, nell'arco di una giornata sente centinaia di volte la frase "a SOLI 99,99 euro...". Io purtroppo, ogni volta che la sento non riesco ancora a non arrabbiarmi ricordando che i SOLI 99,99 euro non sono altro che LA BELLEZZA DI 100 euro, ovvero una giornata di lavoro di un dipendente fortunato.

Non voglio però soffermarmi su questa abitudine commerciale, ma bensì fare un paio di esempi che ampliano questo concetto ad altre tematiche. Parliamo della FAO, ovvero quell'associazione che cerca di "fare qualcosa" per la fame del mondo. Oggi alla radio un cronista ha chiesto al rappresentante FAO: "Come mai soltanto meno di 1/3 dei fondi raccolti viene effettivamente usato, e la maggior parte dei soldi raccolti serve per gestire la vostra struttura?" Il suddetto rappresentante ha risposto: "La FAO in effetti non è una struttura grande come si pensa, consuma soltanto 350 MILIONI di euro come una piccola-media impresa italiana".

Beh, una piccola media impresa che costa 350 MILIONI questo dove l'ha vista? Ma passiamo oltre...

Altra notizia: digitalizzazione dei documenti. Il processo di piazza loggia digitale occupa 65 gigabyte. Vogliamo pensarlo come 16 DVD? Vogliamo ricordare anche che il povero Dante Alighieri con la sua Divina Commedia non sarebbe riuscito ad occupare nemmeno mezzo CD... Ma allora quanto hanno scritto su Piazza Loggia, e soprattutto chi è in grado di vivere abbastanza a lungo per leggere 65 giga di testi?

Ragazzi, che altro aggiungere?


Utilizziamo i cookie per garantire le funzionalità del sito www.byza.it e per offrirti una migliore esperienza di navigazione.
Accetto Rifiuto Informativa completa