Dieci anni di Riminicomix

Martedì 12 Luglio 2022

Includendo anche l’anno sprecato con la pandemia questo sarebbe stato il mio decimo Riminicomix. Purtroppo non mi sarà possibile partecipare per le “difficoltà di pianificazione” che abbiamo avuto un pò tutti. Di sicuro non sto a casa per paura della pandemia: non mi sono lamento lo scorso anno quando il tasso di positività era all’ 1.57% non lo farei nemmeno ora che è quindici volte maggiore.

C'è chi parla di fiere vere e fiere false, ma il passato è verità indelebile mentre è il futuro a racchiudere promesse tutte da verificare.

Una verità è che in fiera non si va per gli autori, per gli ospiti o in base al prezzo: lo si fa per incontrare gli amici. Nel frattempo i prezzi salgono e la qualità diminuisce, ciononostante ci si va lo stesso. Pensare che in qualsiasi giorno dell’anno, farsi un viaggio in treno per una pizza con i propri amici costerebbe molto meno di una giornata in fiera, ma siamo fatti così: “ci vediamo alla fontana”.

Sfogliando dieci anni di fotografie trovi tanti volti che erano diventati amici, conti le assenze e sono veramente molte. C’è chi non fa più cosplay, chi va solo a Lucca e poco altro perché delle fierette s’è stufato anche se le ha sotto casa; c’è anche chi è ancora lì, ma se non sei stato abbastanza attivo sui social ti ha dimenticato. Rimini ha i suoi quartieri fotografici ordinati come le caselle del Monopoli: i boschetti, le colonne, la spiaggia, le piscine degli alberghi, le camere. Tiri un dado e se non sei abbastanza influencer per stare in una determinata casella ti conviene tornare alla fontana senza guardarti indietro.

Tutto sommato a me questa Rimini non mi mancherà così tanto, ma io le mancherò almeno un po'?


PreviousIndextNext

Utilizziamo i cookie esclusivamente per garantire una miglior fruizione delle funzionalità del sito www.byza.it. Non sono utilizzati cookies traccianti, di profilazione o di terze parti.

Accetto Rifiuto

Informativa completa