Le frasi da non dire ad un terrorista

Sabato 14 Novembre 2015

Dopo un post serio riguardo a cosa penso degli eventi di ieri ho voluto raccogliere un pò di perle dai commenti trovati sui social. Se incontrate per strada un terrorista armato potreste esordire con frasi come queste:

"La guerra non si combatte con la guerra"

"Hai solo sbagliato a interpretare le parole del tuo dio"

"Dai su, ammettilo che la religione è tutta una scusa"

"Uniti si sconfigge il terrorismo"

"Siamo tutti un pò musulmani"

"Ti perdono"

"I veri colpevoli siamo noi"

"Parigi è anche un pò casa tua"

"Dov'è il tuo Dio?"

"Anche qui c'è un sacco di gente che picchia e uccide gli altri"

"Ti combatterò facendo cultura"

"Hai solo paura del cambiamento"

"Io non ti odio"

"Il vero colpevole è chi ha costruito il tuo fucile"

"I francesi non mi sono mai stati simpatici dai tempi di Materazzi"

"E' che qui sono tutti razzisti"

"Quando spari poi finisce sempre nello stesso modo"

"Siediti e parliamo"

"Bello il tuo Kalashnikov, è made in U.S.A. vero?"

"E' tutta colpa di Salvini"

"Sono qui per ascoltarti"

"Look! The pie!"

Lo ammetto, l'ultima l'ho scritta io.

Morale: qualsiasi siano le parole scelte non fanno la differenza quando non è il momento di parlare.


Utilizziamo i cookie per garantire le funzionalità del sito www.byza.it e per offrirti una migliore esperienza di navigazione.
Accetto Rifiuto Informativa completa