Mutandine usate vendesi

Giovedì 30 Luglio 2015

Oggi è uscito un articolo che potete leggere qui e che segnala la presenza di un mercato di biancheria intima usata nella nostra città. Nello specifico la mia prima domanda riguarda il sottotitolo "boom del fetish, i carabinieri indagano". Indagano cosa? Quale sarebbe il reato commesso da questa gente? Inquinamento ambientale?

Nei commenti alla notizia ovviamente ci deve essere subito chi grida al pedofilo, domandandosi che fine abbia fatto la nostra morale.

Penso che la domanda sia corretta: che fine ha fatto la nostra morale?

Qui i bambini guardano tutto quello che gli passa la TV: in Germania e in altri paesi sono assolutamente vietate le pubblicità all'interno dei programmi per i bambini, in Italia nonostante l'esistenza di una legge simile (223/90), nessuno si accorge della continua violazione di questa disposizione e dei danno che subiscono i nostri figli.

Lo stupro mentale dei bambini perpetrato da questi spot consiste nel mostrare loro ragazzine che si truccano pesantemente, indossano la minigonna, gioielli e altri indumenti che ad un bambino non dovrebbero interessare; senza contare che i bambini degli spot si comportano tutti come i personaggi di Grease, ovvero come dei ragazzi disadattati di qualche gang del Bronx.

Ma li vogliamo lasciare in pace i bambini?

Già a prima degli otto anni gli inculchiamo la nostra religione, gli parliamo di Dio e gli facciamo intendere che se non vanno a catechismo rimarranno soli o peggio andranno all'inferno. Scusate ma a quell'età io credevo nelle fate e nei supereroi, non mi ero mai posto il problema della morte e non stavo certo cercando la fede. Lasciateli in pace.

Poi c'è chi porta il figlio a fare sport agonistico già a cinque anni, perchè è convinto che in futuro sarà un grande calciatore e non si accorge che l'unico risultato, oltre a imparare tutte le bestemmie che arrivano regolarmente dagli spalti, è quello di spingere il proprio bambino a credere che la necessità di vincere giustifichi ogni cosa, in primis la sopraffazione del prossimo.

Non che la scuola, che ti obbliga tutti gli anni a comprare 20 kg di libri, sia meglio. Almeno si accorgessero che esiste internet e i tablet, sarebbe già una buona consolazione non sentire più bambini lamentarsi tutti i giorni del mal di schiena.

Troppo sarebbe che la gente capisse che finite le scuole medie o poco dopo i bambini devono iniziare ad avere i loro diritti e i loro doveri. Che hanno già ben definito un loro orientamento sessuale e magari già vivono le loro relazioni, e vorrebbero viverle alla luce del sole senza rinchiudersi in una discoteca la domenica pomeriggio per la gioia di chi ci lucra sopra.

Bisognerebbe convicersi che purtroppo la violenza c'è già e anche se la chiamiamo bullismo deve essere sanzionata come se la commettesse un adulto. Che se rubi di professione già a tredici anni devi prenderti le tue responsabilità e non prenderti gioco delle forze dell'ordine. Che se a sedici anni scendi in piazza con i tuoi insegnanti, o hai una tua visione politica e sociale, o sei strumentalizzato da chi dovrebbe insegnarti a non esserlo.

I veri pedofili sono gli adulti che consentono tutto questo, perchè il primo stupro dei bambini è quello delle loro menti, il secondo è quello di non accorgersi di loro e tutto il resto è solo conseguenza del mondo perverso che abbiamo creato per loro e non siamo più in grado di ripulire.


PreviousIndextNext

Utilizziamo i cookie esclusivamente per garantire una miglior fruizione delle funzionalità del sito www.byza.it. Non sono utilizzati cookies traccianti, di profilazione o di terze parti.

Accetto Rifiuto

Informativa completa