Il valore di una foto

Martedì 10 Febbraio 2015

All'ultima fiera Cosplay che c'è stata a Milano alcuni noti fotoamatori di un certo livello hanno deciso di scattare con i telefonini cellulari. L'obiettivo dell'iniziativa sembra essere stato quello di dimostrare che non è l'equipaggiamento che fa il fotografo. Io aggiungerei, almeno non nei momenti con una luce adeguata. Poi è chiaro che se la situazione si fa difficile l'equipaggiamento di livello è quasi indispensabile, ma ovviamente bisogna saperlo usare. Comunque il punto su cui voglio riflettere non è questo.

In generale penso che l'iniziativa sia stata molto interessante. Però se facciamo una riflessione più approfondita ciò che conta non è saper fare belle foto anche senza una reflex, ma è capire il valore delle fotografie che realizziamo. Una volta dimostrato che il mezzo non è significativo purtroppo ci si accorge che nemmeno l'abilità del fotografo che la scatta conta qualcosa.

Alcuni convengono che conti molto la post-produzione. Che sia quindi il fotoritocco? O magari è il nome del fotografo piuttosto che la sua effettiva abilità? O la fama del soggetto? O magari la presenza di una bel soggetto in pose sexy?

Quello che ho capito è che quando scatti una foto devi avere almeno due misure. La prima serve a capire quanto vale una foto per te, la seconda quanto varrà per il pubblico. E visto che queste due cose raramente coincidono spesso si tratta di valutare quanto si è disposti a rinunciare alle proprie idee per avere una foto di valore per gli altri.


Utilizziamo i cookie per garantire le funzionalità del sito www.byza.it e per offrirti una migliore esperienza di navigazione.
Accetto Rifiuto Informativa completa