"Rimborsi" elettorali

Giovedì 12 Aprile 2012

Oggi in parlamento c'è stato un accordo sulle nuove norme per il "controllo" dell'uso dei "rimborsi" elettorali. E' incredibile come il nostro governo riesca ad approvare con velocità decreti e leggine su questioni che toccano la classe politica, mentre quelle urgenti per salvare il paese galleggino alla deriva tra le scrivanie di Camera e Senato.

Ricordo che i "rimborsi" elettorali che vengono concessi solitamente superano di almeno tre volte la spesa sostenuta. Sì, avete capito bene: se durante le elezioni spendo 100, vengo rimborsato almeno di 300. Mettere i propri soldi in politica è un investimento migliore del fotovoltaico. Se poi si considera che i finanziamenti ai partiti sono deducibili al 19% e quelli per i ricercatori italiani soltanto al 10%, non potrei fare altro che suggerire a questi ultimi di fondare un partito...

Ma che cosa è stato deciso oggi in parlamento? E' stato deciso che i bilanci dei partiti devono essere verificati da un'apposita commissione creata ex novo: probabilmente le verifiche arrivino da magistratura e guardia di finanza erano scomode. Comunque se la commissione ravviserà delle anomalie avrà solo il potere di informare i presidenti di Camera e Senato. Avete capito bene: si sono semplicemente parati il culo con la scusa di voler fare maggiore controllo.

Inoltre si potrà finanziare un partito in forma anonima fino a 5000 euro, quando sappiamo bene che noi esseri mortali dobbiamo rendere tracciabili tutti i pagamenti sopra i 1000 euro.

Hanno anche stabilito che i soldi dei "rimborsi" non potranno essere usati per investimenti all'estero: rimarrà tutto "cosa nostra".

E ovviamente nessuno si è sognato di suggerire che un "rimborso" non dovrebbe essere superiore alle spese sostenute, sennò che rimborso è? Eppure la gente pochi anni fa aveva votato un referendum dove si è dichiarata contraria ai finanziamenti pubblici hai partiti, ma la casta ignora beffarda il volere del Paese.

E mentre l'Italia intanto affonda, pare che certi "topi di fogna" la nave non la vogliano proprio abbandonare...


PreviousIndextNext

Utilizziamo i cookie esclusivamente per garantire una miglior fruizione delle funzionalità del sito www.byza.it. Non sono utilizzati cookies traccianti, di profilazione o di terze parti.

Accetto Rifiuto

Informativa completa