Consigli fotografici #9

Lunedì 01 Agosto 2011

E' passato più di un anno da quando ho scritto il nr. #8, ma forse oggi mi sento motivato, anche se in modo diverso, a scrivere un ulteriore articolo. In realtà ne avrei da scrivere parecchi sulle tecniche che ho imparato, ma preferisco avere feedback dal vivo piuttosto che abbandonare un post alla deriva su internet, quindi oggi sarò un pò più filosofico e meno tecnico. Spero comunque che il contenuto possa esservi d'ispirazione.

Purtroppo mi rendo conto che gli automatismi delle macchine fotografiche svincolano il "fotografo" da una quantità infinita di opportunità. Tante volte si pensa di poter parlare di qualsiasi concetto fotografico senza considerare le nozioni di base su cui un vero artista crea la sua opera.

Frasi come "le fotografie migliori spesso nascono dagli errori" sono ridicole favolette per consolare un neofita che non ha la più pallida idea di quello che sta facendo con il suo nuovo giocattolino digitale. Le regole della fotografia non sono il parametro di giudizio per la qualità di uno scatto: le regole sono il mezzo che consente di tradurre la nostra percezione in una fotografia che la rappresenti fedelmente.

La regola dei terzi (di cui ho già parlato) ci suggerisce ad esempio dove collocare un soggetto tenendo conto della direzione del suo sguardo. La focale e la profondità di campo vanno scelte in funzione della prospettiva che voglio dare alla mia fotografia: solitamente sarebbe stupido mettersi sotto un campanile con un 100mm 2.8 senza una motivazione valida. Scegliere un orario preciso in cui scattare una foto, ad esempio per sfruttare la golder hour, non ha molto senso in un ritratto o un primo piano; magari poi scattiamo anche con una profondità di campo ridotta distruggendo così tutta la bellezza del momento che abbiamo scelto...

In conclusione, le vostre opere non devono essere una fortuita casualità comparsa misteriosamente tra un'infinita serie di immagini digitali. L'artista siete voi, imparate le regole e usatele fino ad essere consapevoli di ogni vostro scatto. Allora vedrete che una sola foto sarà più preziosa di quelle decine di scatti noiosi e maldestri che probabilmente nemmeno voi rivedrete mai più.


Utilizziamo i cookie per garantire le funzionalità del sito www.byza.it e per offrirti una migliore esperienza di navigazione.
Accetto Rifiuto Informativa completa