La Rete è rimasta vuota!

Martedì 09 Febbraio 2010

Avete mai sentito parlare di Web 2.0? Qualcuno di voi probabilmente si, ma per tutti gli altri è d'obbligo una breve premessa. Il Web 2.0 doveva essere l'apoteosi di Internet, ovvero il momento in cui l'utente medio sarebbe diventato parte integrante della rete modificando direttamente i contenuti dei siti web. Esempi come Wikipedia o Facebook dovrebbero essere il fiore all'occhiello di questa filosofia.

Purtroppo, alla luce dei fatti, sono convinto che il Web 2.0 sia l'apoteosi del nulla. Internet ha fatto indigestione di informazioni e rigurgita tutto in una brodaglia indefinita e sterile. Cercare di parlare alla gente in un social network è esattamente come provarci in discoteca: un rumore assordante rende impossibile qualsiasi tentativo di comunicare.

In nome della privacy non siamo più in grado di trovare le persone che ci interessano ma soltanto quelle che ci vengono suggerite dal sistema. L'email è stata sostituita da servizi online che rendono sempre meno tangibile la comunicazione da PC a PC. I forum tematici e i dibattiti non esistono più e la gente si riversa in migliaia di gruppi vuoti e privi di un benchè minimo tema. I canali di chat tipo IRC, dove si riusciva a dialogare in gruppo sono rimasti semi-deserti in funzione di quei sistemi a "cambio di stato" in cui tutti scrivono e nessuno legge. La gente è stufa di girare per la rete e si sofferma sempre sui soliti 3-4 siti con file da scaricare ed evita accuratamente i blog. I siti di notizie nel frattempo stanno pure diventando a pagamento.

Internet insomma offre sempre meno e la cosa che più mi preoccupa è che la gente si sta abituando a convivere con questa situazione.


Utilizziamo i cookie per garantire le funzionalità del sito www.byza.it e per offrirti una migliore esperienza di navigazione.
Accetto Rifiuto Informativa completa