Back

Consigli fotografici #5

Domenica 04 Gennaio 2009

La regola dei terzi (livello: facile)

Ciao a tutti, negli interventi precedenti vi ho dato qualche piccolo suggerimento su come effettuare delle stampe decenti e con i colori corretti. Ora è veramente giunto il momento di iniziare a parlare di come ottenere una buona fotografia. Vedremo come tempo e diaframma possono influenzare esposizione e profondità di campo. Ma prima di addentrarci in queste cose, partiamo dalla prima e più importante regola su come inquadrare un soggetto, ovvero la regola dei terzi.

Esiste infatti una regola per bilanciare correttamente il contenuto di un immagine, in modo che l'osservatore la percepisca in modo naturale e non si senta spinto a volgere lo sguardo all'esterno dell'immagine scattata. Pensate ad esempio a come ci si sente a vedere la foto di un uomo che guarda in una direzione che rimane completamente fuori dalla fotografia. (Ovviamente può essere una vostra scelta anche questa sensazione, ma di solito non lo è)

Guardiamo questo esempio: http://it.qsbd.com/camaras_digitales/articulos/regla_3.jpg

Come vedete il viso del soggetto è collocato un terzo a sinistra dell'immagine e un terzo a partire dall'alto. Il suo corpo segue le linee che dividono l'immagine in tre parti uguali. Questa è una buona interpretazione della "regola dei terzi" che consiste proprio nel dividere la fotografia in linee verticali e orizzontali collocate a 1/3 e 2/3 dell'immagine. Scattando associando a queste linee degli elementi del paesaggio (ad esempio alberi e orizzonte), di solito si ottiene un buon risultato.

Spero che questo intervento vi sia piaciuto. Vi ricordo che se volete essere informati degli interventi successivi basta scrivermi in privato e che ovviamente risponderò, per quanto mi è dato sapere, alle vostre domande o suggerimenti per il proseguo del blog.

A presto!

ZA


Utilizziamo i cookie per garantire le funzionalità del sito www.byza.it e per offrirti una migliore esperienza di navigazione.
Accetto Rifiuto Informativa completa