Il mio caro amico Dosso

Martedì 26 Agosto 2008

Come i miei lettori sanno, ho sempre combattuto contro i dossi artificiali. Ci sono mille motivi per odiarli. Ambulanze e mezzi di soccorso, ciclisti e motociclisti, persone che soffrono di mal d'auto sono solo alcune delle categorie che farebbero volentieri a meno dei dossi. Non parliamo delle problematiche che i dossi causano in caso di pioggia e neve, soprattutto se non sono perfettamente visibili e collocati in prossimità delle curve. Se poi consideriamo anche il rumore e l'inquinamento che creano costringendo le auto a frenare e accellerare in continuazione direi che il vaso è traboccato già da un pò.

Il dosso è definito dalla legge come "una variazione verticale della carreggiata con andamento longitudinale convesso". Quindi anche gli attraversamenti pedonali sopraelevati sono devono sottostare alle normative che regolano i dossi artificiali.

E per la gioia di tutti quei comuni che hanno adottato i dossi senza conoscere le normative, ecco quali caratteristiche deve rispettare un dosso in funzione del Art. 179 del Regolamento di attuazione del Codice della Strada... Tenetevi forte!

Altezza massima 7cm, deve essere chiaramente visibile sia di giorno che di notte, deve essere lungo almeno 120cm!

Parlando di dossi di mia conoscenza (leggi ADRO in provincia di BRESCIA) vorrei ricordare anche questa piccola finezza:

“I dossi artificiali possono essere posti in opera solo su strade residenziali, nei parchi pubblici e privati, nei residences, ecc.; possono essere installati in serie e devono essere presegnalati. Ne è vietato l'impiego sulle strade che costituiscono itinerari preferenziali dei veicoli normalmente impiegati per servizi di soccorso o di pronto intervento. (DPR 495/1992, come modificato dal DPR 610/96) All’Art. 179. comma 5 (Art. 42 Cod. Str.)

Per non parlare del fatto che le strade normalmente attraversate da almeno 20000 veicoli al giorno non possono avere dossi artificiali...

Quindi, gentaglia che pensa solo a lavorare e dormire, magari una mattina che non avete niente da fare, andate nel vostro comune e iniziate a chiedere all'assessore di turno come mai i dossi che tutti i giorni vi sfasciano gli ammortizzatori probabilmente non sono a norma...


PreviousIndextNext

Utilizziamo i cookie esclusivamente per garantire una miglior fruizione delle funzionalità del sito www.byza.it. Non sono utilizzati cookies traccianti, di profilazione o di terze parti.

Accetto Rifiuto

Informativa completa